IL Territorio


I DINTORNI

L'ambito amministrativo del Comune di Cormòns, oltre al Centro cittadino, include anche alcune Frazioni e numerose località minori. La variegata morfologia dell'area circostante la città che comprende la montagna del Quarìn, la zona collinosa orientale e una porzione di pianura si traduce in una conseguente varietà della Natura, cui fa riscontro una diversa distribuzione delle attività umane sul territorio, e anche in una varia caratterizzazione dei nuclei abitativi. Alcune località minori sono molto caratteristiche e possiedono pregevoli aspetti di interesse turistico. Iniziamo qui la nostra visita a questi "angoli" da riscoprire, posti ai margini delle direttrici di maggiore frequentazione, partendo dal lembo più meridionale del territorio cormonese in corrispondenza della località di Bosc di sot. Qui ha avuto luogo una spettacolare modificazione morfologica del territorio ad opera dell'Uomo; l'originario complesso di colline argillose è stato infatti sostituito dall'ampia conca di una grande cava. La stessa attività di estrazione dell'argilla ha portato anche alla formazione di un simpatico laghetto, ora trasformato in riserva di pesca, nel perimetro delle Fornaci.


PLESSIVA

Sul lato orientale, il territorio di Cormòns è delimitato dal confine internazionale con la Repubblica di Slovenia, che corre a mezza costa sulle basse colline attorno alla piana del Prevàl. Gli stessi topònimi di Plessiva (Pleêivo), Novali (Novalije) e Zegla (Ceglo) denotano l'origine slovena di queste località appartenenti al Comune di Cormòns. La zona di Plessiva offre uno splendido paesaggio di colline coltivate interamente a vigneto, da cui si raccolgono le uve per alcuni tra i più pregiati vini della zona vitivinicola DOC del Collio.


BRAZZANO E GIASSÌCO

Il limite settentrionale del territorio cormonese è segnato dal corso del fiume Judrio al di là del quale si estende la provincia di Udine. Nei pressi del fiume, che scorre in fondo a una ripida scarpata, sorge la frazione di Brazzano, dominata dalla collina di S. Giorgio. Sulla cima del colle, si erge l'omonima chiesa; la sua parete esterna ingloba un frammento romano del III secolo, mentre all'interno si trova un pregevole altare ligneo del '500. A breve distanza l'antico borgo di Giassìco, con le case raccolte attorno alla chiesetta, offre un suggestivo esempio di urbanistica rurale.


BORGNANO

Concludiamo la nostra visita alle Frazioni cormonesi con l'abitato di Borgnano che conserva nella struttura urbana e nell'organizzazione del territorio circostante le tracce topografiche di un'estesa tenuta padronale ottocentesca. Si vedono ancora i lunghi viali abbandonati attraverso la campagna, che collegavano Borgnano alle località di Angoris e Monticello. Alle spalle di Borgnano, il confine comunale giunge fino ad inglobare un settore del colle di Medea.